Resoconti

La storia di Franca accanto a Claudio Baglioni

Erano i primi anni ’70. Avevo circa 10 anni quando all’uscita di scuola (4° elementare) correvo per arrivare a casa il prima possibile per ascoltare la Hit Parade di Lelio Luttazzi che andava alla radio all’ora di pranzo e nella quale primeggiava “Questo Piccolo Grande Amore” di Claudio Baglioni…..

A 12 anni mi hanno regalato il mio primo “mangianastri”, così chiamavamo il lettore delle cassette musicali degli anni 70….. Con il mio ci potevo anche registrare, così, una mia amica poco più grande di me, ma molto più fortunata, mi prestò il suo tesoro: gli LP di Claudio Baglioni….. “Un Cantastorie dei Giorni Nostri”, “Questo Piccolo Grande Amore”, “E Tu”, “Gira che ti rigira Amore Bello”….

Possedevo un vecchio giradischi di mio padre, lì facevo girare gli LP di Claudio e posizionavo il microfono del mio “mangianastri” sulle casse del giradischi per registrare le canzoni nelle cassette……Certo, quello che ne veniva fuori non era un granchè come suono, ma potevo ascoltare quelle canzoni in camera mia mille e mille più volte, sino ad impararne a memoria tutti i testi !!!!

I testi…. Per me poesie……

Gli stessi testi che mi si cucivano addosso durante la mia adolescenza intrisa di voglia di libertà, voglia di andare via dal mio paese ed il desiderio sempre più forte di condividere la mia vita con il ragazzo che amavo e che ora è mio marito. Così quei versi che cantavano “…voglio andar Via !!! i piedi cercano dove ma via!!…” – “ Viva, Viva, Viva l’Inghlterra ! pace, donne, Amore e Libertà…” – “ … Mia Libertà, lo so che è stato un grosso errore, che brutto scherzo che è l’Amore, mia Libertà…” – “ … e ancora adesso, io Voloooooo…” eccc…… mi hanno accompagnato sino a quando, a soli 17 anni, sono davvero andata via di casa !!! Mi hanno accompagnato anche quando lavoravo e studiavo insieme per guadagnarmi quella Libertà che amavo e quell’Amore che adoravo.

Il mio primo concerto è stato a Cagliari nel 1982, durante il Tour gratuito “Caserme aperte”, un concerto finito sotto un acquazzone dove tutti quanti abbiamo comunque continuato a seguire Claudio che fu costretto a cantare con il solo pianoforte ….. fantastico !!!!

Da allora, non me ne sono persa uno ! Ho preso più volte l’aereo con mio marito per andare ai suoi concerti dalla Sardegna alla penisola, quella che noi isolani chiamiamo “il Continente”….

Ma l’emozione più grande l’ho vissuta nell’anno 2002, quando mi trovavo a Lourdes con l’Unitalsi.

Una sera eravamo tutti insieme, malati ed accompagnatori in una grande Cattedrale. Era ormai tardi ed io ed una mia amica ci stavamo dando il cambio e mi avviavo verso l’uscita quando ad un certo punto ho sentito le prime note di un pianoforte…

Sono tornata indietro di corsa e c’era Lui, Claudio, che in sordina, senza clamori o pubblicità, era lì, per i pellegrini di Lourdes a cantare le sue poesie…

L’indomani mattina, in aeroporto, mentre si aspettava di imbarcare, in mezzo ad una nuvola di persone, c’erano lui e Frizzi, ad una tavolino. Non mi è mai piaciuta la calca e quindi sono rimasta in disparte a guardare con la mia amica. Non so perché, ma lui ha notato quelle due 40enni in disparte e mi ha fatto cenno di avvicinarmi. Il mio cuore andava a mille !! Ho tirato fuori dalla borsa l’unica cosa su cui poter scrivere e mi ha lasciato un suo autografo sul libretto delle preghiere…..

“a Franca, Buona Fortuna, Claudio Baglioni”

Questa è la foto che voglio darvi di Claudio, il suo “Buona Fortuna” che è stato per me tanto importante, perché di fortuna ne ho avuta tanta, nella mia vita, compresa quella di aver scelto le sue POESIE ad accompagnarmi nel mio cammino……

Grazie Claudio…

P.S. Non so se verrà pubblicata questa mia storia con Claudio, ma mi sono emozionata a scriverla ….

Franca Ligas

SCRIVICI ANCHE TU LA TUA STORIA “ACCANTO” A CLAUDIO – SCOPRI COME >>>

Nota di Tony Assante [Amministratore di doremifasol.org e saltasullavita.com]: Quando ho pensato di chiedervi di raccontarci la vostra “storia accanto” a Claudio Baglioni è stato per “vivacizzare” la community ed è stato bello leggere tanti momenti di “vita altrui” ma con stesso filo conduttore. Quella di Franca (che ringrazio) mi colpisce perchè ricorda il concerto di Lourdes (la mia seconda casa) ed il primo scoop del sito, nel lontano 2002, con foto in esclusiva donate dal fotografo ufficiale del Santuario, mio carissimo amico. Vi voglio riproporre quelle foto ed un piccolo video di quel concerto.

Courtesy foto VIRON – Courtesy Video Lele Spadaro




The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button